7 segreti di Task Manager di Windows che ogni utente di computer dovrebbe conoscere

Se sei un utente Windows da molto tempo, probabilmente hai incontrato il Task Manager in più di un'occasione. Questa pratica funzionalità di Windows offre una panoramica di ciò che il computer fa dalle applicazioni e dai processi all'utilizzo delle risorse.

In passato ti abbiamo detto come usarlo per rintracciare programmi e app che causano arresti anomali del computer e altre forme di instabilità. Tuttavia, ci sono altre cose che puoi fare con Task Manager che potresti non realizzare, specialmente nelle versioni più recenti di Windows 8.1 e 10. Quindi, vediamo cosa sono.

1. Avvio di Task Manager

OK, questo sembra semplice, ma molte persone usano più passaggi del necessario per avviare Task Manager. In effetti, se ti chiedessimo di avviarlo ora, probabilmente avresti colpito la pratica scorciatoia CTRL + ALT + CANC (noto anche come 'saluto a tre dita') e quindi selezionare 'Task Manager' dall'elenco delle opzioni .



Funziona, ma sapevi che puoi aprire Task Manager direttamente con il collegamento CTRL + MAIUSC + ESC? Se devi aprire Task Manager frequentemente, abbandonare quel passaggio extra ti fa risparmiare molto tempo nel lungo periodo.

Se non sei grande con le scorciatoie da tastiera, fai semplicemente clic con il pulsante destro del mouse su un'area vuota della barra delle applicazioni di Windows e seleziona 'Task Manager'. E se stai cercando un po 'di nostalgia della riga di comando della vecchia scuola, puoi premere il tasto Windows + R (o vai su Start >> Esegui), digita il comando “taskmgr” e premi Invio.

Suggerimento:In Windows 8.1 e 10, la prima volta che apri Task Manager non vedrai molte opzioni. Fare clic sul collegamento 'Ulteriori dettagli' nell'angolo in basso a sinistra della finestra Task Manager per ottenere le informazioni utili.

2. Fissaggio del congelamento più avanzato

In precedenza vi abbiamo detto come riparare un computer bloccato. Il più delle volte, tuttavia, è un singolo programma che ti bloccherà. Se aspetti abbastanza a lungo, Windows ti darà di solito la possibilità di spegnerlo, ma chi vuole aspettare?

Apri Task Manager e vai alla scheda Processi. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul processo e scegli 'Termina processo'. Questo interromperà completamente il programma. Se stai utilizzando Windows Vista o 7, puoi prima andare alla scheda Applicazioni, fare clic con il tasto destro del mouse sul programma che dice 'Non risponde' e selezionare 'Vai al processo' per selezionare il processo corretto nella scheda Processi.

Tuttavia, in Windows 8.1 e 10 c'è una nuova opzione che potresti voler utilizzare per prima. Nella scheda Processi, trova il programma o il processo che sembra essere bloccato. Fare clic con il tasto destro del mouse e selezionare 'Vai a dettagli' per visualizzare il processo nella scheda Dettagli. Quindi fai clic con il pulsante destro del mouse sul processo e scegli 'Analizza catena di attesa'.

Questo ti mostrerà se c'è un altro processo che sta bloccando il processo congelato. Potresti scoprire che il problema non riguarda il programma che ritieni. Puoi quindi andare a patti con l'altro programma. Puoi risparmiare il prezioso tempo che passeresti cercando di ottenere un programma sbagliato per smettere di comportarti male.

3. Prima di eseguire un riavvio completo

A volte, ti imbatterai nella situazione in cui i tuoi programmi non sono bloccati, ma la barra delle applicazioni e le cartelle di Windows smettono di rispondere. Se aspetti abbastanza, a volte Windows ti darà il messaggio che Windows Explorer, o explorer.exe, si è bloccato e si riavvia. Windows Explorer è il programma sottostante che gestisce la maggior parte di ciò che pensi come 'Windows'.

Se ti imbatti in questa situazione, tuttavia, non devi aspettare. Se il tuo computer funziona e stai pensando di fare un lungo riavvio, questo è anche un trucco più veloce che potresti voler provare.

Apri Task Manager e vai alla scheda Processi. In Windows 10 e 8.1, scorrere fino al processo 'Esplora risorse'. Fai clic destro su di esso e scegli 'Riavvia'. La barra delle applicazioni e tutte le cartelle aperte scompariranno e torneranno, si spera che funzionino di nuovo correttamente.

Per Windows 7 e Vista, trova 'explorer.exe' nell'elenco dei processi, fai clic con il pulsante destro del mouse e scegli 'Termina processo'. Questo è meno elegante, ma dovrebbe comunque funzionare. E in caso contrario, avresti riavviato comunque. Scopri perché il riavvio del computer può risolvere molti problemi.

4. Trova le cartelle dei programmi

Ci sono momenti in cui è necessario trovare la cartella in cui si trova un programma o un processo di Windows sul disco rigido. Potresti passare molti minuti a cercare attraverso il disco rigido e i Programmi o le directory di Windows. Un'opzione più semplice è eseguire il programma e quindi aprire Task Manager.


Facebook inizierà a caricarsi nel 2016?

In Windows 8.1 e 10, vai alla scheda Processi e scorri verso il basso per trovare il nome del programma o un altro processo che desideri trovare. Fai clic destro su di esso e seleziona 'Apri percorso file'. La cartella del programma si aprirà a destra.



Per Windows Vista e 10, apri Task Manager e vai alla scheda Applicazioni. Fare clic con il tasto destro del mouse sul programma e selezionare 'Vai a processo' per selezionare il processo nella scheda Processi (se si conosce già il nome del processo, trovarlo nella scheda Processi). Quindi fare clic con il tasto destro del mouse sul processo e selezionare 'Apri posizione file'. La cartella del programma si aprirà a destra.

5. Tieni d'occhio le prestazioni

Oltre a rintracciare i programmi di errore, Task Manager è un ottimo posto per tenere d'occhio le prestazioni del tuo computer. Puoi vedere se un determinato programma sta registrando troppe risorse o puoi capire che devi aggiornare la tua RAM o ottenere un disco rigido più veloce.

Apri Task Manager e vai alla scheda Prestazioni. Qui vedrai l'utilizzo del processore, l'utilizzo della memoria, l'utilizzo del disco, l'uso della rete (Ethernet e / o Wi-Fi) e altro ancora. Se vuoi davvero ottenere dettagli seri, fai clic sul link 'Apri monitoraggio risorse' nella parte inferiore della finestra.

In Windows 8.1 e 10, puoi fare clic su ogni piccolo grafico a sinistra per ottenere maggiori dettagli su un particolare sistema. Quindi, puoi vedere esattamente quale processore hai e quanto velocemente è in esecuzione, o quanta RAM hai e di che tipo. Puoi vedere quanto è grande il tuo disco rigido e quanto velocemente la tua rete sta inviando e ricevendo informazioni, insieme ai tuoi indirizzi IP.

Un altro trucco utile se stai cercando di raccogliere informazioni per una tecnica di riparazione o tenere traccia nel tempo è fare clic con il pulsante destro del mouse su un grafico e selezionare 'Copia'. Quindi incollare in un elaboratore di testi o e-mail e otterrai un'istantanea di tutte le tue letture in quel momento.

6. Cerca i processi online

In Windows Vista e 7, se si desidera verificare un processo sospetto, è necessario aprire un browser e digitare il nome del processo per effettuare una ricerca. In Windows 8.1 e 10, fai semplicemente clic con il pulsante destro del mouse su un processo e seleziona 'Cerca online' per vedere immediatamente ciò che Internet conosce.

7. Personalizza Task Manager

Per impostazione predefinita, Task Manager mostra alla maggior parte delle persone ciò che devono sapere. Tuttavia, ci sono volte che potresti voler sapere di più.

In tutte le versioni di Windows, ad esempio, è possibile aggiungere più colonne di informazioni alla scheda Processi. In Windows 8.1 e 10, fai semplicemente clic con il pulsante destro del mouse sull'intestazione della colonna, ad esempio dove dice 'Nome'. Vedrai un numero di altre colonne che puoi aggiungere, come Tipo, Stato, Editore, ecc.

Due colonne che potresti voler usare sono “Nome processo” e “Editore”. Il nome processo mostra il nome .exe effettivo del processo, proprio come in Windows 7 e Vista, invece di quello che dice che è. Questo può aiutarti a individuare i programmi che potrebbero dirti una cosa, ma in realtà sono un'altra.

Allo stesso modo, la colonna Publisher può dirti da dove proviene il processo. Ad esempio, molti di loro diranno 'Microsoft Corporation'. Se si individua un'azienda che non si riconosce, è possibile cercarli e vedere se sono aggiornati.

In Windows Vista e 7, aggiungi più colonne andando aVisualizza >> Seleziona colonne. Queste opzioni saranno molto più dettagliate di quelle di cui probabilmente hai bisogno. Per Windows 8.1 e 10, queste stesse opzioni di colonna possono essere aggiunte nella scheda Dettagli del Task Manager.


schiacciare su hulu

Infine, in Windows 8.1 e 10, puoi anche regolare se vedi percentuali o valori assoluti. Ad esempio, nella scheda Processi, potresti vedere nell'intestazione della colonna Memoria che il 70 percento della tua memoria è in uso.



Tuttavia, per ogni processo, vengono visualizzati numeri come '2,2 MB' o '25 MB'. Questi numeri sono utili, ma potresti voler vedere la percentuale di memoria utilizzata da ogni processo per rintracciare più rapidamente i maiali.

Fare clic con il tasto destro del mouse su un processo e andare a Valori delle risorse>> Memoria>> Percentuali. Ora vedrai la percentuale assorbita da ogni processo. Puoi fare lo stesso per disco e rete.

Altri consigli da non perdere:

3 enormi fastidi di Windows 10 (e come risolverli)



Come calibrare il monitor del tuo PC per ottenere la migliore immagine possibile

Una funzionalità di privacy di Windows 10 che devi davvero iniziare a utilizzare